Investire nell’immobiliare nel 2021

La resilienza del real estate e come la pandemia ha aperto nuovi scenari e opportunità di investimento.

La diffusione del covid-19 ha avuto, inevitabilmente, una ricaduta anche sul settore immobiliare, creando delle incertezze sia per il presente che per i prossimi anni.  Nella prima parte del 2020 c’è stata infatti una certa prudenza da parte degli investitori, soprattutto nel settore residenziale e nel retail, cha hanno preferito adottare un approccio “wait and see”.

Nonostante la crisi questo settore si è mostrato resiliente, quello immobiliare è rimasto un asset di investimento sicuro e solido su cui puntare. Dopo il calo del 2020 si prevede una ripresa del mercato nel 2022-2023 con una crescita costante fino al 2025. Questo è quanto emerge dalla lettura dei rapporti dell’osservatorio immobiliare dell’Agenzia delle Entrate e Nomisma.

Con la pandemia sono emerse nuove esigenze abitative, e non solo. I cambiamenti come strategie green, la sostenibilità e lo smart living, già in atto nel settore immobiliare, sono diventati improrogabili e imprescindibili e non più complementari.

Il settore Residenziale

La necessità di trascorrere maggior tempo in casa, che si è dovuta trasformare anche in spazio di lavoro, ha cambiato il modo di concepire e abitare la casa, permettendo anche di riscoprire l’importanza dello spazio domestico.  Questa nuova concezione dell’abitazione renderà necessarie nuove modalità di progettazione degli immobili, con una maggiore attenzione per la loro qualità in termini di ampiezza degli spazi interni ed esterni, efficienza energetica e comfort.

Gli uffici

Gli uffici andranno ripensati in chiave smart working, con maggiore attenzione alla sicurezza e alla salute dei lavoratori. Bisognerà apportare dei cambiamenti strutturali e tecnologici, aumentare la quadratura degli uffici, ricalibrare le sale riunioni, riorganizzare gli spazi comuni, installare sistemi di controllo e miglioramento della qualità dell’aria e così via. In generale in questo settore nei prossimi anni aumenterà la domanda di spazi individuali e di co-working.

La logistica

Lo sviluppo dell’e-commerce ha trasformato le abitudini di acquisto e la pandemia ha aumentato il suo utilizzo a tutte le età, questo rende necessari degli adeguamenti anche nel settore logistico caratterizzato da una mancanza di spazi di qualità e, contemporaneamente, da una solida domanda supportata dalla crescita dell’e-commerce.

L’investimento immobiliare ha dimostrato di essere, anche nei momenti più critici, una nicchia sicura di investimento. In Italia rappresenta uno degli elementi centrali nell’economia, quasi un quinto del Pil.

Gli Italiani non rinunciano a una casa di proprietà, anzi, in questa situazione di crisi economica e difficoltà causata dalla pandemia, “il mattone” rappresenta più di prima il rifugio sicuro per i propri risparmi e un modo per ricavarne anche dei significativi ritorni economici.

Il 2021 è un buon momento per investire nell’immobiliare?

L’investimento immobiliare ha da sempre dei vantaggi sostanziali:

  • Ha alla base un bene tangibile che possiede un valore in sé.
  • Ha un ottimo rapporto guadagno/rischio perché il potenziale di redditività è alto e il rischio è basso dal momento che gli immobili sono sempre richiesti sul mercato.
  • Il livello di controllo sull’investimento è ampio e ci sono varie modalità di investimento.
  • Si può ottenere un ritorno di investimento anche in tempi brevi.

A questi vantaggi si aggiunge il momento storico che, come abbiamo visto, ha inciso sul mercato immobiliare e ha portato, ad esempio, ad un calo dei prezzi degli immobili, che si prevede resteranno fermi ancora nel 2021, rendendo questo un ottimo momento per acquistare. Considerando che si prevede una ripresa già nel 2022 e una crescita costante fino al 2025.

Ma il calo dei prezzi degli immobili non è l’unico motivo, anzi forse è il meno significativo, per decidere di investire nel 2021 nell’immobiliare.

Come già sottolineato, la pandemia ha fatto emergere l’urgente esigenza di rinnovare gli spazi abitativi, ma anche quelli urbani, di lavoro, delle strutture di assistenza sanitaria e sociale, del settore logistico e anche ricettivo.

Si sono dunque aperti nuovi scenari e nuove opportunità di investimento, senza contare che gli incentivi statali, le politiche di quantitative easing delle Banche Centrali e i flussi di capitale, che sosterranno il mercato immobiliare nel 2021, renderanno particolarmente vantaggiose le operazioni di trading immobiliare e di messa a reddito.

Fermo restando che i vantaggi in sé di un investimento immobiliare lo rendono sempre una scelta opportuna, il momento storico che stiamo vivendo lo rende sicuramente più interessante.

Questo è un momento ricco di opportunità per investire in questo settore, ma per ottenere il massimo rendimento, raggiungere risultati concreti e scegliere la modalità e la tipologia di investimento più adatto alle proprie esigenze è fondamentale avere l’approccio giusto e affrontarlo con metodo e strategia.

La soluzione migliore è farsi sempre affiancare da professionisti del settore in grado di guidarti in ogni passo, dalla selezione della zona in cui acquistare fino alla vendita o affitto dell’immobile, valutando sempre la migliore strategia sulla base dei tuoi obiettivi. Per essere sempre aggiornato sulle ultime opportunità del mercato immobiliare e conoscere i nostri progetti seguici anche sui nostri canali social.

Compila il form per maggiori informazioni e richieste specifiche.